Il Coglione Patentato

il coglione patentato

Farsi strada le prime ore della mattina è sempre un po’ come nuotare nella marmellata.. il cui barattolo principale è senza dubbio la mia amata-odiata e indiscutibilmente oblunga Metropolitana Turineisa: il non-luogo dove si incrocia gente che è ancora acerba di questo tipo di servizi (e non si capacita di come “a je niun c’a la guida!”*), con gente che già sta agognando la monorotaia a levitazione magnetica e non si capacita di come ancora non ci  sia.

E siccome stiamo parlando di un lunedì mattina figurati se non becchi lui:

Lui è quello a cui tendenzialmente si augura il prolasso della ghiandola lacrimale.

I suoi comportamenti sono imprevedibili e inteorizzabili. Fa parte di un vastissimo club in cui fanno corsi di formazione continui per risucire a smarmellare il coglioni del prossimo in maniere sottili e infide…

I facepalm a schiaffo che provoca a chi lo incrocia sono la ritmica colonna sonora delle sue giornate..

Gli otorino laringoiatri fanno fortuna grazie a lui, a causa della forza con cui la gente si serra l’attaccatura del naso tra l’indice e il pollice dopo 3 minuti che parla..

Gli andrologi pagano l’università ai figli con tutti i cazzi che devono ingessare grazie a lui.

L'inconfondibile COGLIONE PATENTATO.. . sulla destra una vittima che ha ingerito una pillola di cianuro.

L’inconfondibile COGLIONE PATENTATO.. . sulla destra una vittima che ha ingerito una pillola di cianuro per farla finita.

Mentre le altre macchiette hanno una specifica e applicabile strategia di difesa, con lui non funziona.. è talmente evoluto che il suo nome e cognome non ha più importanza. Ormai si identifica solo con il nome con cui la gente si riferisce a lui: COGLIONE PATENTATO, per l’appunto.

Non sai MAI che cazzo combinerà, chi possa essere (oggi può sembrare una vecchietta inoffensiva, domani uno sfigatello sbarbatello, dopodomani un manichino ingessato in gessato..) né tantomeno chi sarà la sua vittima.

Non lo sai, naturalmente, finché non è troppo tardi.. e la vittima di oggi, manco a dirlo, sei tu. Metro ovviamente gremita come solo quando la prendi tu, in quasi tutte le fermate scendi per far uscire le orde di prigionieri  che stanno per morire, e che ti chiedono tremanti in lacrime ti si appendono alla manica della giacca scuotendoti “Scende alla prossima? Pergrazziadiddiomisericordioso mi dica che  scende!”, eviti un paio di tuffatori che si sfracellano sul fondo del vagone e riprendi il tuo posto. Funziona tutto bene fino alla fermata Vinzaglio, dove sotto forma di “imbecille che morirà vergine” questo coglione senza pari, mentre fai per risalire ti si infila davanti, e fa per prendere il tuo sacro posto nel fragile incastro di umani e ti guarda come per dire “ops non c’è più posto… mi sa che devi prendere la prossima”.

Calma. Hai la camicia bianca e il rosso del sangue farebbe decisamente a pugni col blu oltremare della cravatta, quindi, se non vuoi finire in televisione a farti giudicare da un tipo odioso vestito con carta da parati, l’opzione più soddisfacentemente violenta è a malincuore da scartare.

Ma il tempo stringe e devi essere chirurgico.

Nella manciata di secondi in cui tutta l’azione si svolge, senti il fischio che indica che si stanno per chiudere le porte, ti infili subito davanti a lui i e con un passo di valzer, sfruttando le bretelline del suo zainetto da cretino e un piede perno così perfetto che poi ti ha telefonato Shaqille O’neal per farti i complimenti, vi trovate nella precisa posizione in cui dovreste essere: tu sulla metro e lui no.

Sii educato: salutalo con un sorriso dai vetri della porta scandendo con il labiale la parola “F-O-T-T-I-T-I”

Adesso hai tempo per le strette di mano e per firmare gli autografi ai testimoni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...